NON POSSIAMO

Non finisce con oggi lo strazio dei funerali delle vittime del terremoto in Abruzzo. Alla cerimonia di questa mattina, solenne, alla presenza della autorità, ne seguiranno altre,perchè dalle macerie continuano ad essere estratti i cadaveri di chi quella notte è rimasto travolto nel posto dove ognuno di noi si sente più sicuro: casa propria.
Un terremoto come quello che si è verificato a L’Aquila porta con se’ uno strascico di storie e di racconti che fanno emozionare e commuovere. Ma non possiamo fermarci qui.
Non possiamo ricordarci che il territorio italiano è all ’80 sismico (dico ottanta per cento)  solo dopo 300 morti.
Non possiamo accettare che case costruite meno di 10 anni fa cadano come castelli di sabbia.
Non possiamo accettare che l’attuazione della legge antisismica del 2005 venga di anno in anno rinviata.
Non possiamo non pensare che nel piano casa del Governo, prima che in Abruzzo si scatenasso l’inferno, l’aggettivo antisismico venisse utilizzato solo nell’articolo 6, dedicato alla “semplificazione della normativa antisismica” . Come dire: costruiamo e aiutiamo l’economia, poi se la casa cade, si vedrà.
Non possiamo tollerare che gli Ordini Professionali degli Architetti e degli Ingegneri continuino ad ospitare nelle liste dei loro iscritti quanti hanno decretato la stabilità di edifici venuti giù come se fossero fatti di biscotti e che costoro continuino ad esercitare la professione.
Non possiamo permettere che alle ditte che hanno realizzato edifici pubblici con materiale scadente continuino ad essere affidati appalti per la costruzione di scuole, ospedali, ponti, uffici.
Le emozioni vanno bene per qualche giorno. Poi occorre pensare. Altrimenti ci ritroveremo ancora qui, a piangere su file di bare allineate.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...